Comunicati Stampa - Dicembre 2020

COMUNICATO STAMPA N. 63

Quiliano, 30 dicembre 2020


 

Nuovi investimenti per la riqualificazione e il rilancio del territorio, dopo le emergenze dell’alluvione e del Covid-19, nel nuovo documento finanziario approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 22 dicembre 2020

 

Con il bilancio 2021, Quiliano guarda dritto verso un futuro sostenibile e di valorizzazione del proprio territorio

Le dichiarazioni del Sindaco Nicola Isetta e degli Assessori della Giunta

 

Quasi tre milioni di euro destinati agli investimenti per la riqualificazione del territorio. Interventi per il rilancio economico in senso pluriforme. Nessun aumento di tasse, tributi e tariffe. Potenziamento dei servizi alla comunità per l’uscita graduale dalla situazione generale di emergenza alluvionale e correlata al Covid-19. Sono questi gli elementi principali che emergono dal Bilancio di previsione per il triennio 2021/2023 approvato dal Consiglio Comunale di Quiliano nella seduta svoltasi il 22 dicembre scorso.

“I percorsi avviati che ci hanno visto coinvolti in modo forte, a seguito dell’alluvione del 24-26 novembre 2019, nonché in conseguenza dell’emergenza epidemiologica, stanno giungendo gradualmente ad uno stato di progressivo miglioramento” dichiara il sindaco Nicola Isetta. “Con gli oltre 3 milioni e 200mila euro stanziati dallo Stato e dalla Regione”, prosegue il primo cittadino, “siamo intervenuti nei numerosi versanti delle strade collinari, contribuendo in modo sensibile alla messa in sicurezza del territorio quilianese, a beneficio della popolazione residente, con particolare attenzione ai nuclei abitati sempre più oggetto di interesse e valorizzazione da parte di nuove famiglie. Pensiamo, ad esempio, alle località della Faia, di Montagna, di Roviasca, ma anche all’intera strada dei Tecci che da Pilalunga congiunge il borgo di Quiliano al colle di Cadibona. I numerosi cantieri completati o in via di completamento ci permettono di dare una nuova funzionalità all’intero territorio, e rappresentano una tappa decisiva per la graduale riqualificazione di Quiliano.”

Vediamo ora nel dettaglio i dati e gli elementi principali del bilancio.

Le cifre. Il bilancio 2021 pareggia in 15 milioni e 688mila euro circa, di cui 2 milioni e 659mila destinati agli investimenti. “E’ nostro intento” spiega l’assessore ai lavori pubblici Silvio Pirotto “sviluppare una cultura della programmazione per proseguire nei percorsi tracciati di riqualificazione e valorizzazione del patrimonio comunale, riferibili ad esempio alla segnaletica, agli asfalti stradali, nonché agli interventi ulteriori di messa in sicurezza sotto il profilo ambientale.

Nessun aumento di tasse e tributi. “Abbiamo lavorato duramente per ricostruire l’ufficio tributi, che in precedenza era basato su archivi cartacei e con pacchetti applicativi di alcuni decenni addietro” dichiara l’assessore alle finanze Tiziana Bruzzone. “Con la partenza dei ruoli arretrati degli ultimi anni dell’IMU e della Tari intendiamo recuperare l’elusione fiscale, nel quadro di un principio generale di giustizia verso tutti i nostri concittadini che pagano regolarmente le tasse. E nel contempo non aumentiamo in alcun modo le aliquote e le tariffe esistenti: anzi, per la Tari (tassa rifiuti), gli importi resteranno pressoché identici. Inoltre con il canone unico (che sostituirà dal 1° gennaio 2021 la tassa occupazione suolo pubblico e le imposte sulla pubblicità e affissioni) manterremo le stesse tariffe e importi originari.”

Servizi potenziati. Dal 28 dicembre prende servizio una nuova assistente sociale, proveniente dal distretto socio-sanitario della città di Savona. “In questo modo” dichiara il vicesindaco e assessore ai servizi sociali Nadia Ottonello “andiamo a completare la ricostruzione dei servizi sociali nel nostro comune, prevedendo quindi una creazione di reti e servizi ulteriori rivolti alla comunità e in particolare alle fasce deboli del territorio.”

Quiliano sicura. Anche la polizia municipale è stata ricostruita del tutto: con l’arrivo dell’ultima agente, proveniente dal comune di Spotorno, è già stato attivato il servizio su sei giorni lavorativi e col rientro per mezza giornata della domenica. “Cogliendo anche l’occasione dell’appello unanime del Consiglio Comunale, sono stati incentivati gli interventi di controllo in materia ambientale. Inoltre saranno potenziati i servizi di autovelox fisso e mobile su tutto il territorio” aggiunge il sindaco di Quiliano.

Politiche territoriali. Nonostante l’emergenza Covid-19, gli uffici comunali non si sono fermati. “Sono già stati affidati gli incarichi per la progettazione urbanistica e per la valutazione ambientale strategica, relativi alla variante al PUC per la riqualificazione del territorio comunale in un’ottica di promozione turistica sostenibile. Non mancheremo inoltre” dichiara l’assessore all’urbanistica, ambiente e turismo Cinzia Pennestri “di fare la nostra parte, per quanto riguarda la procedura ministeriale in corso relativa alle aree Tirreno Power, per difendere e tutelare fino in fondo Quiliano, il suo territorio e la nostra comunità, sotto i profili dell’eco-sostenibilità ambientale, della legalità e della sicurezza per i nostri concittadini, convinti che il progetto presentato debba essere valutato sotto tutti i suoi aspetti e in particolare in riferimenti a quattro elementi costituzionalmente riconosciuti: lavoro, economia, ambiente e salute. Proseguiremo anche nei percorsi tracciati per la valorizzazione del patrimonio boschivo e dei percorsi escursionistici destinati al trekking e all’outdoor, nonché per la riqualificazione territoriale in generale, sia attraverso l’accordo di programma “Valbormida outdoor” sia mediante nuovi percorsi in fase di definizione, anche attraverso interventi in conto capitale finanziati con bandi nazionali.

“Riprenderanno infine” conclude il sindaco Isetta “le iniziative di promozione e valorizzazione dei prodotti tipici del nostro territorio, anche attraverso i partenariati in corso, compreso quello recentemente avviato con l’Enoteca regionale della Liguria. Ciò al fine di proseguire nel percorso di progressivo reinserimento di Quiliano nell’ambito dell’offerta territoriale generale della nostra regione, in una dimensione inclusiva e di sostenibilità ambientale ed economica.”

COMUNICATO STAMPA N. 62

Quiliano, 30 dicembre 2020


 

Inedita alleanza tra i due comuni di entroterra delle province di Imperia e Savona,

nel segno del turismo rurale alla scoperta dei borghi storici, dei prodotti tipici

e dell’offerta outdoor nel ponente ligure

 

Castel Vittorio e Quiliano alleati per la “Bandiera arancione”

Nei giorni scorsi, i comuni di Castel Vittorio (Imperia) e Quiliano (Savona) hanno presentato le proprie candidature per l’ottenimento del titolo di “Bandiera arancione” dal Touring Club Italiano, in risposta a un nuovo bando varato con l’assessorato al turismo della Regione Liguria. Ma la vera novità è dovuta al fatto che i due enti hanno collaborato insieme, condividendo dettagli e specifiche tecniche, in relazione alle rispettive esperienze.

“Parecchi anni fa avevamo presentato la domanda, avvalendoci di un precedente bando della regione Liguria, senza esito positivo” spiega infatti il sindaco di Castel Vittorio Gian Stefano Oddera, “Stavolta abbiamo unito le forze con il comune di Quiliano, che vogliamo ringraziare sentitamente per il supporto che ci ha dato, anche attraverso il supporto del segretario generale in convenzione Achille Maccapani.”

“Nel nostro caso” aggiunge il sindaco di Quiliano Nicola Isetta “avevamo valutato l’opportunità di presentare la domanda al Touring Club, per poi rinunciare. In questa occasione ci siamo invece mossi con risolutezza, all’attività grazie alla attività dell’Ass. Pennestri al supporto degli uffici comunali, coordinati dal nostro segretario, anche alla luce dei risultati significativi maturati sul nostro territorio, dai prodotti tipici come i vini della Granaccia e del Buzzetto, Albicocca Valleggia, senza dimenticare le formaggette e l’olio di Quiliano si contraddistingue peraltro per i suoi borghi storici, la rete dei monumenti, il Parco di San Pietro in Carpignano, le località di entroterra che si dipanano dai confini col Finalese fino a quello con il Savonese e Vadese, per estendersi fino ai confini con la Val Bormida, suggellati dal borgo collinare di Cadibona, nonché per i percorsi escursionistici e outdoor disseminati nel nostro territorio collinare. L’offerta territoriale di Quiliano comprende altresì eventi speciali dedicati ai prodotti tipici e alla produzione vinicola: non a caso siamo entrati tra i soci dell’Enoteca regionale della Liguria, collaboriamo con la Rete d’Impresa “Vite in Riviera” questo anche per uscire dai confini locali ed entrare in percorsi di rete sempre più ampi. Abbiamo iniziato un nuovo e concreto percorso e anche questa iniziativa servirà per approfondirlo e migliorarlo”.

“Anche Castel Vittorio” riprende il sindaco Oddera “si contraddistingue per il suo centro storico medievale, i prodotti tipici come il dolce Turtun, le lumache alla menta, il cinghiale dei cacciatori e l’olio extravergine di oliva, nonché per la rete di ristorazione e di esercizi di ricettività alberghiera ed extra-alberghiera. Nel nostro territorio vi sono percorsi destinati all’escursionismo e all’outdoor, e abbiamo recentemente conseguito un partenariato con la Confesercenti di Imperia e alcuni circoli locali, riuscendo così ad entrare nei circuiti dei bikers provenienti da tutta l’Europa. Il nostro paese è socio dell’associazione nazionale “Città dell’Olio”, ma vuole perseguire sempre di più le politiche di sviluppo turistico, sull’esempio tracciato nei decenni scorsi dal comune di Dolceacqua (primo comune nella provincia di Imperia che ha conseguito la “Bandiera Arancione”, e attuale sede dell’associazione dei paesi bandiere arancioni), come abbiamo fatto attraverso la riqualificazione del centro storico e la nuova rete cartellonistica per turisti e visitatori.”

“La nostra comune volontà” concludono i sindaci Oddera e Isetta “è quella di sviluppare insieme politiche di sviluppo e crescita per un turismo sostenibile di entroterra, nel segno di una rilevante alternativa alle affollate località turistiche. E soprattutto nell’obiettivo di allargare la rete dell’outdoor, affinché non sia più limitata a ristretti ambiti territoriali, ma vada ad estendersi su tutto il ponente savonese e imperiese, con particolare rilievo a favore dei borghi di entroterra. Siamo fiduciosi sul fatto che la Regione Liguria e il Touring Club Italiano possano recepire e apprezzare la nostra comune volontà di perseguire e portare avanti questa progettualità di rilancio e sviluppo.”

COMUNICATO STAMPA N. 60

Quiliano, 9 dicembre 2020


 

Quiliano, finanziamento luminarie natalizie

In questo Natale così diverso, l’Amministrazione Comunale ha deciso di finanziare la
totale spesa delle luminarie per fornire alla cittadinanza una “normalità” di festa e per non
far gravare sui commercianti locali nessun onere per l’allestimento, vista la difficile
situazione economica causata dall’emergenza epidemiologica in corso.


Le Associazioni CIV di Valleggia e Proloco di Quiliano, con il contributo economico
ricevuto, sono gli organizzatori principali dei vari addobbi natalizi e della installazione dei
vari punti di luminarie.


Anche i Comitati di Frazione e i Comitati di Borgata hanno ricevuto ognuno un
contributo per realizzare allestimenti a tema su tutto il territorio comunale, non solo nei
centri principali, ma anche nelle frazioni di Cadibona, Montagna e Roviasca e nelle diverse
borgate.


Nel porgere un ringraziamento a chi si occuperà delle varie postazioni decorative, un
invito a tutti i cittadini a sostenere i nostri esercizi commerciali facendo acquisti nella
nostra comunità. Sono i negozi locali che rendono viva una città.

COMUNICATO STAMPA N. 61

Quiliano, 17 dicembre 2020


 

E’ stato convocato per martedì 22 dicembre 2020 alle ore 20.30 il Consiglio Comunale di Quiliano in seduta Pubblica Ordinaria in Prima Convocazione.

 

In considerazione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e nel rispetto delle previsioni dell'articolo 73 del D.L. 17 Marzo 2020 n. 18, convertito con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020 n. 27 e dell'art.1, comma 9, lettera o) del DPCM 24 ottobre 2020, la seduta si svolgerà con i consiglieri collegati in videoconferenza, con le modalità previste dal decreto sindacale prot. n. 20823 del 16 dicembre 2020, nonché in diretta streaming aperta a tutti.

 

Per i cittadini sara' disponibile lo streaming sul canale YouTube:

https://www.youtube.com/channel/UC-4YHf8qa8IQd-l8H6XJUGA

 

Questi i punti all’ordine del giorno:

 

  1. COMUNICAZIONE DELIBERAZIONE PRELIEVO DAL FONDO DI RISERVA (G.C. 165 DEL 14/12/2020).
  2. PIANO ECONOMICO DEL SERVIZIO RIFIUTI (PEF – TARI) PER L'ESERCIZIO 2021 - ATTO

PROPEDEUTICO BILANCIO DI PREVISIONE. APPROVAZIONE.

  1. TARIFFE UTENZE DOMESTICHE E NON DOMESTICHE E AGEVOLAZIONI TARI 2021.
  2. REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL CANONE PATRIMONIALE DI

CONCESSIONE, AUTORIZZAZIONE O ESPOSIZIONE PUBBLICITARIA. APPROVAZIONE E TARIFFE.

  1. APPROVAZIONE ALIQUOTE IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ANNO 2021.
  2. SERVIZIO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI, ASSIMILABILI E DIFFERENZIATI, COMPRESO TRASPORTO E SMALTIMENTO E SPAZZAMENTO DEL SUOLO PUBBLICO - AFFIDAMENTO IN HOUSE PROVIDING A SAT S.P.A. - APPROVAZIONE PROROGA TECNICA CONTRATTO AL 30/06/2021.
  3. APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2021-2023 E DELLA NOTA DI

AGGIORNAMENTO AL DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (DUP) 2021/2023 (ART. 151 DEL D.LGS. N. 267/2000 E ART. 10, D.LGS. N. 118/2011).

  1. ATTUAZIONE DEL PRECEDENTE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI –APPROVAZIONE RELAZIONE EX ART. 20, COMMA 4, D.LGS. 19 AGOSTO 2016 N. 175, COME MODIFICATO DAL DECRETO LEGISLATIVO 16 GIUGNO 2017, N. 100.
  2. REVISIONE PERIODICA DELLE PARTECIPAZIONI EX ART. 20, D.LGS. 19 AGOSTO 2016 N. 175,

COME MODIFICATO DAL DECRETO LEGISLATIVO 16 GIUGNO 2017, N. 100 – RICOGNIZIONE PARTECIPAZIONI POSSEDUTE - DETERMINAZIONI ANNO 2020.