MONTAGNA - RIO TREXENDA - TAGLIATE

Segnavia: Rombo rosso pieno / Tempo percorrenza: ore 02.30 - 03.00 / Dislivello: 391 m. / Quota massima: 647 m.

Altimetria

L’itinerario parte dalla piazza di Montagna (Veirasca) e dopo aver aggirato le ultime case, prosegue su asfalto sino ad incontrare, nel gomito di un tornante, una larga strada sterrata a destra. Abbandoniamo l’asfalto che sale verso il Cervaro e ci immergiamo in un bel bosco ceduo di castagni selvatici.
Dopo un breve tratto, lasciamo sulla destra una ripida strada asfaltata che sale da Lanrosso superiore (costruita in seguito all’alluvione del 1992, per togliere dall’isolamento la borgata del Cervaro ed il cimitero di Montagna).
Seguiamo la via più marcata, praticamente pianeggiante, fino a raggiungere la Cà de Gumbe, nei pressi della quale, sulla sinistra troviamo un sentiero che sale alla Colla di San Sebastiano. Proseguiamo notando sull’altro versante della vallata. In bella evidenza sul crinale. Il Monte Baraccone, il Bricco delle Brughe ed il Monte Alto; a fondo valle le case della Trexenda, tuttora abitate.
Raggiungiamo così il primo dei "Cinque Ponti", restaurati nel 1994 con un importante finanziamento della CEE, come itinerario escursionistico di collegamento con l’A.V.M.I. Fra il terzo e il quarto ponte, sono ancora visibili i resti della falegnameria De marì funzionante grazie alla forza dell’acqua. Qui la natura ha mantenuto intatta tutta la sua bellezza e la sua wildness.
Troviamo un bivio, prendiamo a destra oltrepassiamo l’ultimo ponte. Il sentiero si fa più stretto e ripido, lasciamo il corso del rio Trexenda e raggiungiamo la cascina del Poggio Mezzano (a destra), continuando invece a salire sino a raggiungere la strada delle Tagliate.