ROVIASCA - TECCIO TERSE' - ROCCHE BIANCHE

Segnavia: croce rossa / Tempo percorrenza: ore 02.30 -03.00 / Dislivello: 442 m. / Quota massima: 650 m

Altimetria

Appena oltrepassata la chiesetta di Roviasca, si prende per un viottolo stretto fra una casa bianca restaurata di recente e un muro a secco, sino a raggiungere nuovamente la strada asfaltata e si prosegue quindi per le case di Villanova. Incontriamo diversi bivi e per tre volte proseguiamo a sinistra, poi due volte a destra, seguendo sempre la strada principale sino a raggiungere il "Teccio del Tersé", antico seccatoio per castagne, usato nell’ultima guerra come base dai primi partigiani, e recentemente restaurato a cura del Comune di Quiliano e delle locali sezioni dell’A.N.P.I. Proseguendo la strada diventa un sentiero circondato da un vecchio bosco di castagni; incontriamo un bivio: a sinistra si va alla casa padronale della tenuta delle Tagliate, segnavia un triangolo vuoto rosso, a destra in costante salita troviamo prima due antichi seccatoi e poi in posizione dominante, ma ormai sommessa dai rovi, la "Cà della Suntina". Siamo sul Bricco delle Brughe ed in breve raggiungiamo il prato della Colla del Termine. Da qui, per la bella strada pianeggiante immersa in uno spendido bosco di faggi, arriviamo alle Rocche Bianche.