L’olio di oliva

 

Olio“Vi dimora l’ulivo, contorto per l’affronto di sofferte bufere”.
Così il poeta Italo Rossi, descrive le terrazze coltivate della Liguria. E fa, al contempo l’elogio della forza e della bellezza dell’olivo.
I produttori di olio, anche se non sono poeti, conoscono bene queste cose.
Non c’è in Liguria e forse in Italia, attività più antica della coltivazione dell’olivo e della produzione di olio.
La pianta di olivo in Liguria, la cui origine è ancora oggi argomento di dibattito, è unanimemente riconosciuta come uno degli elementi di base del paesaggio.
Presente soprattutto nell’entroterra, una pianta di olivo dimora sempre più diffusamente nei rinnovati giardini e nei cortili.
L’olio extra vergine di oliva ligure, infatti è riconosciuto come un condimento sano e gradevole ed è rinomato fra gli oli della categoria dei fruttati leggeri.
Presenta un gusto tenue e dolce, è un olio consigliato per condire piatti e composizioni, dei quali valorizza i gusti, abbinandosi squisitamente ad essi, senza sovrastarli.
Questo ne fa l’ideale accompagnamento della cucina ligure e mediterranea in generale, cucina dai sapori delicati fatta di pasta, pesci, verdure fresche e lavorate.
Non bisogna dimenticare però i grandi effetti benefici dell’olio di oliva sulla salute, tanto da farlo collocare sin dall’antichità a metà strada tra alimento e medicinale.

Olly l’oliva https://youtu.be/8EQaWm_Jc5o?list=PLGL0vV5kT0nMPoOLRD1MNATcGCdgEJmuf